Caratteristiche

  • Tipologia di percorso:
    Mtb, cross country, e-mtb, gravel
  • Punto di partenza:
    Convento di Bosco ai Frati (San Piero a Sieve)
  • Lunghezza:
  • Tempo di percorrenza:
  • Dislivello:
  • Livello difficoltà:
    Facile
  • A chi è adatto:
    Percorso adatto a tutti
  • Come raggiungere Bosco ai Frati da Bike Store Mugello:
    Partendo dal nostro negozio, dove è possibile noleggiare le bici per questa escursione, potete raggiungere il Convento di Bosco ai Frati a pedali attraversando l’abitato di Borgo San Lorenzo e poi proseguendo sulla Strada Provinciale 551 in direzione San Piero a Sieve/Barberino di Mugello/Autostrade e seguendo le indicazioni per Convento Bosco ai Frati (circa 9 km abbastanza trafficati). In alternativa, possiamo concordare la consegna delle bici direttamente al punto di partenza di questo itinerario.

 

Scarica il PERCORSO 5 GPX

 

Percorso 5: escursione in bici attraverso la riserva di Schifanoia e il convento di Bosco ai Frati

Come per molte ville e castelli del Mugello, anche il Convento di San Bonaventura al Bosco ai Frati è un’eredità della famiglia Medici, in particolare di Cosimo il Vecchio che lo acquistò nel 1420 e ne affidò il restauro a Michelozzo Michelozzi. Se state pensando a un’escursione nel Mugello facile e dai risvolti culturali, questo è sicuramente un percorso in bici che fa per voi.

Convento Bosco ai Frati Mugello

L’itinerario in bici proposto si svolge in parte su asfalto lungo vie secondarie, in parte su strade bianche o sterrate dal fondo scorrevole e senza difficoltà tecniche. Un percorso ad anello di breve durata da poter fare con tutta la famiglia attraverso boschetti e campi coltivati, perfetto se siete nel Mugello anche solo per il weekend.

Lungo il percorso non sono presenti fontanelle, bar o altri punti ristoro, quindi vi consigliamo di attrezzarvi prima della partenza.

Si parte dal Convento di Bosco ai Frati, che vi consigliamo di visitare in particolare per poter ammirare il crocifisso ligneo del 1460 attribuito a Donatello o alla sua bottega e conservato nel piccolo Museo di Arte Sacra annesso al Convento. Lasciatevi il Convento alle spalle e imboccate la prima strada a destra in direzione della Chiesa di San Michele a Lucigliano.

Anello bici facile Mugello panorama Toscana

Proseguite seguendo la strada che da asfaltata diventa progressivamente bianca fino a raggiungere l’Agriturismo Tenuta Le Tre Virtù. Qui imboccate il sentiero sterrato sulla destra seguendo le indicazioni per percorsi mountain bike/mtb. Lo sterrato costeggia l’Agriturismo fino a raggiungere un boschetto che attraverserete mantenendo la destra. Superato il boschetto il paesaggio si apre su campi e coltivazioni regalando i tipici scorci della campagna Toscana.

Anello bici facile Mugello Galliano

Continuate a seguire la strada davanti a voi, che risulta lievemente accidentata e sassosa, ma comunque percorribile con facilità. Dopo pochi chilometri raggiungerete un incrocio, girate a sinistra, superate il cimitero di Galliano (a destra) e al seguente incrocio girate nuovamente a sinistra. A questo punto vi trovate su una strada asfaltata che diventerà poi bianca e prosegue con lievi saliscendi attraverso gruppi sparsi di edifici rurali, campi e boschetti. Si tratta di un tratto trafficato principalmente dai residenti della zona e frequentato da ciclisti e camminatori. State attraversando la riserva di Schifanoia, riserva naturale storica nella valle del Mugello.

Seguite la strada e superate un piccolo lago (sulla sinistra) fino a ritrovare la strada asfaltata. Girate a sinistra per tornare verso il convento di Bosco ai Frati. Un ultimo breve tratta di strada asfaltata caratterizzato da una discesa piuttosto ripida e una salita impegnativa, ma breve. Al termine della salita, a poca distanza vedrete comparire di fronte a voi il colonnato del Convento.

Anche se le strade seguite da questo percorso in bici sono secondarie e poco trafficate vi raccomandiamo ugualmente attenzione e prudenza.

Punti di interesse turistico e culturale

Convento di Bosco ai Frati

L’edificio sacro, fondato dagli Ubaldini prima dell’anno Mille, è considerato uno dei più antichi della Toscana. Nel 1420 Cosimo de’ Medici acquistò il convento e ne affidò il restauro a Michelozzo Michelozzi. L’architetto unì il nuovo gusto rinascimentale all’esperienza della tradizione architettonica medievale: nel coro utilizzò costoloni, volte e cornici di riferimento tardo gotico, mentre nel chiostro, nel cenacolo e nelle celle dei monaci operò secondo i modelli della nuova architettura cittadina. Le mura dell’antico convento nascondono un vero e proprio capolavoro artistico: la scultura lignea del Cristo morente unanimemente attribuita a Donatello.

Agriturismi, alberghi e punti ristoro

Lungo il percorso non sono presenti fontanelle, bar o altri punti ristoro, che potete trovare raggiungendo il paese di San Piero a Sieve.

Lungo il percorso si trovano gli Agriturismi/Alberghi:

  • Agriturismo Tenuta Le Tre Virtù (Loc. Lucigliano)